Vai ai contenuti

Clicca qui per conoscere il Co.Ge P.A. di Trento


I COMPONENTI DEL COMITATO 2017-2019


I componenti del Comitato di Gestione, insediatosi il 13 marzo 2017, per il biennio 2017-2019, sono:


NOMINATIVOCARICANOMINATO DA
In attesa di nomina ComponenteMinistero
Armanini Egidio ComponenteFondazione C.R. delle Provincie Lombarde
Carbone Vincenzo ComponenteVolontariato
Carlin Elio ComponenteFondazione C.R. Trento e Rovereto
Dalmonego Roberto ComponenteVolontariato
Donei Cristina ComponenteFondazione C.R. delle Provincie Lombarde
Lochner Sandro ComponenteVolontariato
Margheri Stefano ComponenteProvincia Autonoma di Trento
Masera Luisa PresidenteFondazione C.R. di Lucca
Mattivi Renato VicepresidenteVolontariato
Molinari Nicoletta ComponenteFondazione C.R. Trento e Rovereto
Montibeller Mirko ComponenteEnti Locali
Stenico Eleonora ComponenteFondazione C.R. delle Provincie Lombarde
Torricelli Andrea ComponenteFondazione C.R. di Firenze
Viola Marco ComponenteACRI




I COMPONENTI DEL COMITATO 2014-2016


I componenti del Comitato di Gestione, insediatosi il 14 gennaio 2015 per il biennio 2014-2016, sono:


NOMINATIVOCARICANOMINATO DA
Dalmonego Roberto ComponenteVolontariato
Donei Cristina ComponenteEnti Locali
Gallazzini Raus Teresa ComponenteFondazione CR di Trento e Rovereto
Lochner Sandro ComponenteVolontariato
Masera Luisa PresidenteFondazione CR di Trento e Rovereto
Mattivi Renato VicepresidenteVolontariato
Mezzena Paolo ComponenteFondazione CR di Trento e Rovereto
Molinari Nicoletta ComponenteFondazione CR di Trento e Rovereto
Pizzini Patrizia ComponenteProvincia Autonoma di Trento
Prisciandaro Francesco ComponenteVolontariato
Rosati Augusta ComponenteACRI
Simeoni Filippo ComponenteFondazione CR di Trento e Rovereto
Simonati Anna ComponenteFondazione CR di Trento e Rovereto
Torricelli Andrea ComponenteFondazione CR di Trento e Rovereto
In attesa di nomina ComponenteMinistero




I COMPONENTI DEL COMITATO 2012-2014


Nel corso della seduta del 15 novembre 2012 sono stati nominati i componenti del Co.ge.

Organismi rappresentati e funzioni svolte per il biennio 2012-2014:

COMPONENTI TRENTO


NOMINATIVOCARICANOMINATO DA
CANESTRINI STEFANO ComponentePROVINCIA
CEOLAN FORTUNATO ComponenteVOLONTARIATO
PRISCIANDARO FRANCESCO ComponenteVOLONTARIATO
ComponenteVOLONTARIATO
LOCHNER SANDRO ComponenteVOLONTARIATO
DONEI CRISTINA ComponenteAUTONOMIE LOCALI
ADAMOLI ADRIANO PRESIDENTEFONDAZIONE C.R. TRENTO E ROVERETO
MASERA LUISA ComponenteFONDAZIONE C.R. TRENTO E ROVERETO
SIMEONI FILIPPO ComponenteFONDAZIONE C.R. TRENTO E ROVERETO
ZAMBONI PIERO ComponenteFONDAZIONE C.R. TRENTO E ROVERETO
ROSSI DANTE ComponenteFONDAZIONE C.R. TRENTO E ROVERETO
BENAZZOLLI MARIA LUISA ComponenteFONDAZIONE C.R. TRENTO E ROVERETO
CAROLLO MADDALENA ComponenteFONDAZIONE C.R. TRENTO E ROVERETO
ROSATI AUGUSTA ComponenteACRI
ComponenteMINISTERO DEL LAVORO E POLITICHE SOCIALI




LA STORIA


Il Comitato di Gestione del Fondo del Volontariato per la Provincia di Trento deriva come istituzione dal quadro normativo che si può così riassumere:


Il Comitato di Gestione di Trento (Co.Ge. Trento) istituito nell'anno 1998, ha provveduto ad emanare un primo bando per la gestione sperimentale di durata biennale di un Centro servizi per il volontariato, finanziato con fondi provenienti esclusivamente dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto.
La gestione sperimentale - comprensiva di proroghe tecniche - si è protratta fino al 31 marzo 2002, con un investimento a favore del volontariato di oltre un miliardo e mezzo di lire.
A seguito di meditata valutazione del biennio di sperimentazione e alla luce di un documento di orientamento per il futuro il secondo Comitato di Gestione (nominato per il secondo mandato nel 2001) ha proceduto all'emanazione di apposito bando per l'istituzione del Centro Servizi del Volontariato per la Provincia di Trento.
In riferimento agli accantonamenti disponibili al momento, il criterio cardine è stato quello di istituire solo un Centro di Servizi per tutta la Provincia di Trento con l'obbligo di riferimenti periferici tali da garantire la copertura dell'intero territorio.
Nell'invito a presentare istanze per l'istituzione del CSV del 13.12.2001 si è ritenuto di non sottoporre a termini di scadenza tale istituzione e la conseguente iscrizione all'albo dei gestori. Ne risulta quindi che il gestore del Centro Servizi è legittimato a esercitare la sua funzione a tempo indeterminato a meno che non intervenga la procedura di cancellazione a detto albo (delibera), che comporta la sostituzione del gestore stesso (delibera).
La procedura concorsuale per la gestione dell'istituito Centro Servizi si è conclusa con il suo affidamento nel maggio 2002 al Non Profit Network. (Istituzione)
All'iniziale stanziamento disponibile a bando, pari a euro 800.000 per una biennale attività (compiutamente concordata con il documento 'Linee guida per i rapporti tra Co.Ge.Vo. e centro di servizio', ha fatto seguito l'assegnazione di ulteriori 400.000 euro che garantiscono l'attività fino al 31 dicembre 2005. (delibera 2004)
Corre l'obbligo di precisare che il fondo disponibile si è notevolmente contratto, per effetto della nota crisi economica di questi ultimi anni. E' anche vero che la Fondazione Cassa di Risparmio ha effettuato un ulteriore accantonamento, a partire dall'anno 2000, pari alla somma messa a disposizione del Comitato per un totale di 1.112.336,10 euro; su tale accantonamento grava la dicitura 'accantonato non disponibile' in attesa di pronuncia nel merito del giudice amministrativo.
Alla luce di quanto sopra è più che opportuno un richiamo all'oculatezza nella scelta delle iniziative da sostenere finanziariamente al di fuori delle normali attività di consulenza, informazione, promozione e qualificazione.

Con il terzo mandato di Co.Ge. (che è quello attuale) a scadenza 2005, il Comitato ha concretizzato la sua funzione di orientamento e controllo nei confronti del CSV, adottando il sistema del confronto diretto mediante un tavolo permanente e la stesura di apposite rendicontazioni semestrali. Il soggetto gestore è tenuto inoltre a fornire al Co.Ge. il proprio bilancio di esercizio utilizzando uno schema concordato.
In questa attività di verifica il Co.Ge. di Trento è coadiuvato da un tecnico incaricato, membro di diritto del Consiglio direttivo del CSV, che produce relazioni periodiche.

A partire dal 2003 il Co.Ge. di Trento è rappresentato nella Consulta Nazionale dei Comitato di Gestione del Fondo del Volontariato, quale organismo di coordinamento e di supporto dell'attività gestionale.


LA STRUTTURA OPERATIVA


Segretario e punto di riferimento:

Alessandro Tomas
Via Gorizia, 79
38122 Trento

Telefono 0461/924929
Fax 0461/1820704

indirizzo mail: alessandro.tomas@tin.it


LE FONDAZIONI FINANZIATRICI

La Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto

La Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto nasce nel 1992 con lo scorporo dell'attività bancaria della Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto in Ca.Ri.Tro. SpA. La Fondazione è una persona giuridica privata senza fine di lucro, originata dalla L. 30 luglio 1990 n.218 ('legge Amato') e dal D.Lgs. 20 novembre 1990 n.356, e costituisce la continuità istituzionale e giuridica dell'Ente Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto.

Nel 1998 la Fondazione ha ceduto il controllo di Ca.Ri.Tro. SpA a Unicredito, e nel 2001 ha ceduto al Gruppo anche la partecipazione residua del 3%. Con la cessione della banca, la Fondazione si è dotata di un patrimonio da destinare a scopi di utilità sociale, in campi nei quali il solo mercato non è in grado di fornire risposte sufficienti alla crescita qualitativa della comunità.

In aderenza alla nuova normativa, la riorganizzazione dell'assetto istituzionale dell'Ente si è realizzata con il nuovo statuto, che ha portato nel corso del 2001 alla nomina dei componenti il Comitato di Indirizzo, il Consiglio di Amministrazione ed il Collegio dei Revisori.

Secondo quanto previsto nell'articolo 2 dello Statuto, la Fondazione persegue esclusivamente scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico, operando primariamente nei campi della ricerca scientifica e dell'istruzione in tutte le loro forme.

Essa promuove inoltre attività culturali nonché studi e ricerche volti a favorire lo sviluppo economico, l'innovazione tecnologica nel sistema delle imprese e nella pubblica amministrazione. Nella continuità istituzionale originaria, la Fondazione opera altresì nel campo dell'assistenza alle categorie sociali deboli con le iniziative di volta in volta ritenute più idonee. La Fondazione opera attraverso la definizione di programmi e progetti di intervento, anche pluriennali, attuati con iniziative proprie o tramite iniziative congiunte in collaborazione con altri soggetti pubblici o privati interessati. Essa può operare in ambito locale, nazionale o internazionale, preferibilmente attraverso istituzioni aventi sede nell'ambito della provincia di Trento.


I FONDI AMMINISTRATI


CO.GE. Trento


AnnoCo.Ge. data delibera di nominaFondi maturati e disponibili presso FondazAnno attività C.S.V.Fondi utilizzati in euro
1992 12.911,42
1993 43.382,38
1994 61.974,83
1995 180.759,91
1996 184.851,57
1997 217.428,35
1998 29 maggio 1998291.281,70
1999 441.054,19199934.916,15
2000 320.203,282000184.336,36
2001 19 gennaio 200114.977,252001464.811,24
2002 226.458,492002552.174,24
2003 25 luglio 2003230.985,122003173.481,00
2004 320.744,892004439.082,67
2005 11 novembre 2005252.415,712005329.684,05
2006




IL TERRITORIO


Nella provincia Autonoma di Trento vivono circa 524.900 abitanti e sono iscritte al Registro regionale 719 Organizzazioni di Volontariato su 819 ODV totali.
I dati rilevati sono al 31/12/2011.
Il dettaglio per provincia è il seguente:


PROVINCIAN. ABITANTIODV ISCRITTEODV NON ISCRITTE
TRENTO 524.900719100





Consulta Nazionale CO.GE. Via del Corso, 262/267 - 00186 ROMA
Tel. 06 68 18 41 - Fax 06 68 184 389 - info@consultacoge.it

Torna all'inizio pagina